Suggerimenti e Racconti

Riprogettazione di Evernote per iOS

Riprogettazione di Evernote per iOS

Postato da Kara Hodecker il 17 Marzo 2017

Postato da Kara Hodecker il 17 Marzo 2017

Le riprogettazioni sono esperienze intense. Quando la data di consegna si sta avvicinando, il team è preso da un turbine di emozioni. Dopo mesi di sudore versato per realizzare il prodotto, ci chiediamo: “È pronto?” È davvero pronto? Come reagiranno gli utenti? Amore, odio, un mix di entrambi? E come ci sentiamo noi? Paura. Panico. Ma anche ottimismo. Anche euforia.

Abbiamo raggiunto il traguardo.

È passato poco più di un mese da quando abbiamo presentato pubblicamente Evernote 8 al mondo. Sulla scia del nostro recente lancio, rifletto su quando abbiamo presentato la nostra ultima grande riprogettazione, nel 2013.

1*zK7acKlBffkM5iq7L4HYeg

L’evoluzione di Evernote per iPhone

In dietro nel tempo

Quando Apple ha introdotto la controversa estetica del flat design di iOS 7 nel giugno del 2013, ha scatenato movimento nel design delle app mobili. È stata la fine dello scheumorfismo: basta ombre portate, texture o motivi troppo pronunciati. È stato un cambiamento radicale e nessuno voleva rimanere indietro.

Mentre guardavo l’annuncio di Apple da una sala conferenze nella sede di Evernote, mi sono chiesta che cosa significasse per noi. È stato subito chiaro che, se volevamo rimanere in pista, dovevamo affrontare la via della riprogettazione. La sfida era che il nostro team aveva l’obiettivo di essere nell’App Store il giorno stesso del lancio di iOS 7, a soli tre mesi di distanza.

Affrontare una riprogettazione di questa portata in tre mesi non è la premessa migliore per il successo, ma abbiamo raggiunto l’impossibile e ce l’abbiamo fatta.

Ciò per cui non eravamo preparati era la reazione del pubblico. Non fraintendetemi, abbiamo ricevuto un sacco di affetto da utenti, stampa e anche la citazione in Keynote di Apple. Ma gli scontenti? Si sono fatti sentire. Ci hanno detto che l’app era diventata disordinata, l’interfaccia utente non era intuitiva, mancavano funzionalità e, la mia critica preferita, che stavamo utilizzando all’eccesso un colore verde “orribile”.

Abbiamo capito. Cambiare non è facile. Essere costretti ad avere a che fare con un cambiamento che colpisce la tua produttività quotidiana è ancora peggio.

Per i tempi stretti non abbiamo potuto fare i test utente adeguati e avere i pareri della nostra community Beta, e questo ha probabilmente avuto conseguenze sul prodotto finito.

1*qtlZ4KnoyniS3nKDXzRQgA

La versione 7.8 di Evernote

Le riprogettazioni sono a volte necessarie ed è fondamentale per me, per i miei colleghi e per tutta Evernote, imparare dagli errori passati e non ripeterli.

Questa volta facciamolo meglio

Pochi anni dopo, nel 2015, alcuni progettisti e io abbiamo incominciato a guardare più da vicino la navigazione di Evernote per individuare zone di confusione e opportunità di miglioramento.

Ci siamo resi conto in breve che i nostri errori di navigazione non erano banali e che non potevano essere risolti spostando semplicemente qualcosa. Sono emersi i problemi che stavano sotto. La crescita degli utenti e il loro coinvolgimento stagnavano. Altre app per la produttività stavano balzando davanti a noi, raccogliendo nel percorso i nostri utenti insoddisfatti.

Ci siamo resi conto di quanto inefficiente e ingombrante era diventata la nostra app. Creare note e navigare al loro interno richiedeva troppo tempo. Tutti noi usiamo Evernote costantemente per il nostro lavoro e notavamo che stavamo cominciando a rivolgerci ad altre applicazioni per le note rapide. Era difficile ammetterlo, ma era giunto il momento.

Ci siamo resi conto di quanto inefficiente e ingombrante era diventata la nostra app.

Cosí siamo partiti con un obiettivo chiave in mente: migliorare l’efficienza. Come team, abbiamo deciso di prenderci tempo, esplorare possibilità e avere feedback lungo il percorso. Non potevamo permetterci di fare in fretta e ottenere un prodotto sbagliato.

A questo punto, ero una dei pochi del team che aveva partecipato alla riprogettazione precedente, quindi ero in una posizione unica per applicare quello che avevamo imparato e mi è stata affidata la gestione del progetto carica. C’era molto da fare ed ero determinata a farlo bene.

Partenza

Per prima cosa dovevamo decidere dove concentrare i nostri sforzi.

Abbiamo perlustrato i nostri forum per vedere dove gli utenti facevano più considerazioni; quali erano le richieste e le lamentele più comuni? Abbiamo consultato studi sugli utenti per scoprire come sperimentano l’app i nuovi utenti, quali erano le funzionalità più attraenti e che cosa era confuso. Abbiamo intervistato i nostri colleghi per sapere che cosa era più importante per loro e quali miglioramenti volevano.

Abbiamo sintetizzato i risultati e non ci siamo stupiti di vedere che molti problemi si ripetevano in misura significativa.

Valutare le decisioni di progettazione difficili

Ci sono un milione di decisioni da prendere nel corso di una riprogettazione, molte piccole e semplici, alcune molto difficili. Ecco uno sguardo ad alcune delle sfide difficili che abbiamo dovuto affrontare.

Creare note alla velocità del pensiero

Avevamo come obiettivi primari velocità ed efficienza. Una cosa che volevamo considerare con attenzione era “il tempo di prendere appunti”, una frase coniata dal nostro CEO, Chris O’Neil. L’idea era che gli utenti potessero aprire l’app ed entrare direttamente in una nuova nota, con la minore frizione possibile.

La versione 7.0 di Evernote proponeva immediatamente 5 opzioni per creare nuove note: testo, foto, promemoria, elenco o audio. Il problema era che gli utenti dovevano scegliere ogni volta.

Ci siamo chiesti: Gli utenti sono contenti di avere così tante opzioni all’inizio? O li rallentiamo facendoli scegliere da subito? In questo caso dare un’occhiata ai dati ci ha aiutato a formarci un’opinione.

È risultato che la maggior parte delle volte gli utenti scelgono di creare una nota di testo.

1*l5CW1SSnF0qBQ6zz1e-32Q@2x

Opzioni di creazione note nella versione 7.8 di Evernote

Nella versione 8.0 abbiamo introdotto il nuovo fantastico tasto verde alla base della barra schede, comodamente situato sopra il tua pollice. Ora la questione era, che cosa dovrebbe accadere esattamente, quando lo si preme?

1*LUg_JDXzy2NdR7lSuclJ5A@2x

Il grande tasto + permette l’accesso rapido alla creazione di nuove note

Con un solo tasto le opzioni erano limitate. La cosa più semplice, e forse più ovvia, era imitare ciò che facciamo su Android: tocchi il tasto più ed escono più opzioni. Alcuni nostri designer hanno richiamato altre app iOS, come Dropbox, che facevano qualcosa di simile. Ma era davvero meglio che vedere più tasti contemporaneamente?

Invece io ho proposto che toccando il tasto più, semplicemente (e rapidamente!) si aprisse una nuova nota. Puoi catturare le tue idee per prima cosa e poi aggiungee una foto o altro contenuto.

Poi, per ottimizzare il flusso di creazione di nuove note (come scattare una foto o scansire un documento, creare un promemoria o registrare un audio) abbiamo inserito il gesto di premere a lungo per un accesso rapido. Così tocchi per creare una nota o premi a lungo e scorri per selezionare un’altra opzione.

1*zF9rAt5TDGv88SccUn5mHw

Premere a lungo il tasto + per visualizzare più opzioni

Era la soluzione giusta? È troppo presto per dirlo. Nascondere cose dietro un gesto è rischioso. Alcune persone non scopriranno mai la funzionalità del premere a lungo, anche se abbiamo cercato di segnalarla fin dall’inizio. Spero che sia stato il punto giusto da cui partire, per amore di semplicità ed efficienza.

Trovare un nuovo spazio per i taccuini

Fin dalla primissima versione di Evernote per iPhone, i taccuini sono stati un elemento fondamentale di navigazione. C’era una sezione per le note e una per i taccuini.

Quando abbiamo iniziato la riprogettazione, mi sono interrogata sulla validità e necessità di questa regola sacra. Essendo i taccuini raccoglitori essenziali, gli utenti dovevano continuar a entrare e uscire per spostarsi tra i taccuini. Non c’era un modo semplice per passare dall’uno all’altro, come nelle nostre app per desktop, perciò era veramente difficile tentare di fare più cose in una volta. Alcuni utenti non hanno mai veramente capito perché in prima istanza separassimo “Tutte le note” e i taccuini.

Quando avevamo iniziato precedentemente ad esplorare le possibilità di progettazione, avevamo considerato la possibilità di mantenere separate “Tutte le note” e i taccuini, ma i test degli utenti avevano provato che questo non risolveva nessun problema di base. Abbiamo provato a inserire una sezione: “Recenti”, che ha confuso la gente.

1*eEwQsT9cytlHtscgidCecw

Alcune delle prime esplorazioni per la navigazione tra note e taccuini

Volevo provare qualcosa di radicalmente diverso. E se i taccuini fossero solo un modo per filtrare l’intero elenco note?

Avevo visto nell’app iBook che toccando il titolo “Tutti i libri” nella parte alta, compariva un menu delle altre raccolte (audiolibri, pdf, ecc.). Avremmo potuto usare un modello simile d’interazione per passare da un taccuino all’altro.

1*keRyv1O-V0GkX2RURsXMwA

Tocca il titolo nella barra di navigazione per vedere l’elenco taccuini

Questo fu un cambiamento piuttosto grosso. Stavo chiedendo alle persone di far qualcosa fuori dall’ordinario e non stavo seguendo i comuni schemi iOS. Alcuni product designer hanno rifiutato la proposta e andava bene così. Sono molto grata di avere un team che non teme di mettere in discussione le mie decisioni.

Il test degli utenti era ovviamente il passo successivo. Abbiamo condotto studi sia con utenti esistenti sia con chi non aveva familiarità con Evernote. Era un nuovo paradigma, ma lo potevano imparare?

1*dRo-zKNv5V0vdawzO_M42g

Il nuovo modo di navigare tra i taccuini

I test sono andati sorprendentemente bene. Ero molto contenta (e sollevata) di scoprire che sebbene le persone non sapessero necessariamente che cosa accadesse toccando “Tutte le note”, la maggior parte vedeva la freccia e pensava la si potesse toccare come comando. Questo ci ha dato la fiducia necessaria per continuare.

Come abbiamo fatto?

Evernote 8.0 è ora in mano ai nostri utenti da più di un mese e, ad essere franchi, la giuria è ancora divisa. Abbiamo sentito l’intera gamma di feedback, da entusiastici e speranzosi, a arrabbiati e delusi, ma c’era da aspettarselo.

La stampa è stata estremamente positiva e Wired ci ha dedicato un intero articolo.

“È l’app più veloce e pulita che l’azienda abbia mai realizzato”. -Wired

Abbiamo ricevuto molto di positivo anche dai nostri utenti. Alcuni si sono entusiasmati dicendo che questa è la migliore versione di Evernote, la più pulita, la più semplice, che abbiamo messo in primo piano e al centro le cose più importanti. Alcuni dei nostri utenti più attivi e appassionati (che spesso sono i nostri critici più duri!) hanno detto che usano effettivamente molto di più l’app dopo la riprogettazione. Ma come designer, ho difficoltà a concentrarmi sugli aspetti positivi. Il feedback negativo sembra molto più forte.

Quando un’app è usata da milioni di persone, ogni cambiamento, grande o piccolo che sia, risulterà sgradito a qualcuno. È impossibile accontentare tutti. Ma possiamo ascoltare. Per quanto sia sgradevole leggere i commenti negativi, dobbiamo accoglierli e cercare di capirli, lo dobbiamo fare per le persone che si affidano così ampiamente a Evernote.

Agli utenti che scrivono in tweet furenti che secondo loro la nuova interfaccia è orribile, dobbiamo chiedere perché. Per gli utenti che sono ora paralizzati alle riunioni perché abbiamo tolto la modalità presentazione, dobbiamo rivalutare se abbiamo preso la decisione giusta o no.

Può essere difficile da ricordare, ma dobbiamo impegnarci a distinguere ciò che alla gente non piace solo perché è diverso (e quindi viene percepito come più lento e più difficile) da ciò che effettivamente no funziona.

Anche se di tanto in tanto brancoliamo, abbiamo bisogno di credere che ciò che facciamo porta veri vantaggi ai nostri utenti, la nostra community e alla nostra azienda.

Abbiamo fatto molta strada, ma siamo ancora all’inizio.

Premium

Evernote Premium

Aggiornamento per le funzionalità per aiutarti a vivere e lavorare meglio.

Passa a Premium
Visualizza altri racconti in 'Suggerimenti e Racconti'

I commenti sono chiusi.