Suggerimenti e Racconti

5 suggerimenti per gestire lo stress sul posto di lavoro

5 suggerimenti per gestire lo stress sul posto di lavoro

Postato da Valerie Bisharat il 04 Luglio 2017

Postato da Valerie Bisharat il 04 Luglio 2017

La pressione non porta sempre risultati ottimali. Contrariamente alla convinzione comune secondo cui gli alti livelli di stress ci portano a migliori prestazioni, in realtà le ostacolano, in particolare nel caso di compiti impegnativi. Fortunatamente, si può fare molto per alleviare lo stress e facilitare il rendimento elevato.

1. Concentrati su un’attività per volta

È appurato che il multitasking è impossibile perché la mente può concentrarsi solo su un compito alla volta. Passare continuamente da un’attività all’altra brucia energia mentale. Quando siamo subissati di cose e stressati, ci capita spesso di voler affrontare più problemi contemporaneamente. Gli studi dimostrano che invece di renderci più produttivi, il saltare da un compito all’altro ci costa tempo. Malgrado si debbano affrontare lunghe liste di cose da fare o un grande progetto, siamo più efficienti quando concentriamo la nostra energia mentale su un’una e una sola idea alla volta.

2. Lavora a blocchi di 45 minuti

Molti di noi credono che dovremmo essere concentrati ininterrottamente. La ricerca dimostra però che la mente umana è in grado di concentrarsi solo per periodi limitati di tempo, dopo di che si distrae. Invece di sovraccaricarci di lavoro per concludere progetti o darci scadenze troppo strette, possiamo suddividere il lavoro in piccoli segmenti. Questo ci assicura di massimizzare la produttività e di non scoppiare cercando di spingerci oltre i nostri limiti fisiologici.

3. Prenditi pause di 15 minuti per lasciare vagare la mente

Diverse ricerche sul “default mode network” o sulla mente a riposo rivelano che le fasi di inattività mentale aumentano la creatività, aiutano il rafforzarsi della memoria e migliorano la capacità di prendere decisioni. Se ci permettiamo di sognare ad occhi aperti in momenti ripetuti durante la giornata, ci ricarichiamo, ci rendiamo conto del lavoro della giornata e manteniamo energia.

4. Individua la tua “ora di forza”

Sapevi che tutti noi siamo più o meno produttivi in fasi diverse della giornata, influenzati dai nostri ritmi circadiani? Per esempio, la maggior parte delle persone raggiunge il picco di produttività tra le 9 e le 11 del mattino, per poi avere un calo di concentrazione verso le 14.30. Altri sono “esseri notturni”. Individuando quando siamo più produttivi, possiamo programmare i compiti più impegnativi per le fasi di massima attenzione e energia cerebrale. Se hai davanti una giornata piena di lavoro e ti stressi al pensiero di dover fare tutto, prova a spostare gli impegni più gravosi nella tua ora (o nelle tue ore) di forza.

5. Mangia cibi nutrienti e energizzanti

Il cibo che mangiamo influenza direttamente le nostre capacità mentali. Ad esempio, se abbiamo un tasso basso di zucchero nel corpo, avremo difficoltà a concentrarci. Se mangiamo carboidrati semplici come pasta o zucchero, abbiamo un aumento di energia e  un’esplosione produttiva. Lo psicologo Ron Friedman suggerisce che per massimizzare la produttività, dobbiamo decidere che cosa mangiare prima di avere fame, fare spuntini durante il giorno e fare in modo che i cibi sani e altamente proteici siano pratici da consumare quanto quelli malsani.

Lavora assecondando il flusso

In sintonia con le capacità del nostro cervello e con i ritmi circadiani, i nostri giorni lavorativi potrebbero non essere una routine o non durare a lungo quanto prima. Comprendendo i nostri ritmi umani, raggiungiamo la massima efficacia, eliminiamo l’eccesso di stress e possiamo diventare molto più produttivi nelle cose che più ci premono.

Premium

Evernote Premium

Aggiornamento per le funzionalità per aiutarti a vivere e lavorare meglio.

Passa a Premium
Visualizza altri racconti in 'Suggerimenti e Racconti'

I commenti sono chiusi.