Suggerimenti e Racconti

Come la tecnica Feynman può aiutarti a migliorare il “deep work”

Come la tecnica Feynman può aiutarti a migliorare il "deep work"

Postato da Taylor Pipes il 11 Agosto 2017

Postato da Taylor Pipes il 11 Agosto 2017

Hai mai avuto un collega che parla di lavoro con un linguaggio troppo tecnico o un insegnate che spiega con un lessico difficile da capire?

Non sei solo. La tecnica Feynman per l’insegnamento e la comunicazione è un modello mentale (una rottura del processo di pensiero personale) per trasmettere informazioni utilizzando pensieri concisi e linguaggio semplice. Questa tecnica è derivata dai metodi di studio usati da Richard Feynman quando era studente a Princeton. Feynman è stato un pioniere nel campo dell’elettrodinamica quantistica e oggi è considerato uno dei fisici più importanti di tutti i tempi.

La tecnica Feynman è essenzialmente questo:

  1. Identificare il soggetto

Scrivi tutto ciò che sai su un argomento. Quando trovi nuove informazioni a proposito, le aggiungi alla nota.

  1. Insegnalo a un bambino

Se riesci a insegnare un concetto a un bambino, sei già a un ottimo punto.

Inizia con una nota vuota e scrivi il titolo dell’argomento o del tema che vuoi insegnare. Quindi, sotto l’argomento, scrivi tutto quello che sai. Ma il trucco è quello di scrivere in modo semplice e facile, in modo che un bambino possa capire ciò di cui stai parlando.

Procedere in questo modo porta a prendere in considerazione alcune cose:

Parlare in termini semplici: i bambini non capiscono un gergo o un lessico ricco di vocaboli poco noti. La scienza è piena di terminologie complesse e questo è il motivo per cui i diagrammi di Feynman sono diventati così preziosi. I suoi schemi illustrarono le cose che altri scienziati hanno trasmesso in lezioni fiume.

Quando parliamo senza un gergo o una terminologia tecnica, smettiamo di nasconderci dietro le conoscenze che non abbiamo. I paroloni e la pesante lingua degli addetti ai lavori ci paralizzano impedendoci di arrivare al punto e di passare la conoscenza ad altri.

Brevità: la capacità di attenzione di un bambino richiede che un concetto gli venga trasmesso come se si presentasse una nuova idea per l’azienda durante una breve corsa in ascensore. È meglio riuscire a esprimere il concetto prima che si aprano le porte. I bambini non hanno l’abilità, o la capacità mentale, di concentrarsi più a lungo di così per capire qualcosa.

Se hai difficoltà a mettere i pensieri nella tua nota, questo indica che puoi migliorare. Questo è anche l’ambito dove il potere della creatività può aiutarti a raggiungere nuove vette nell’apprendimento.

Per Feynman, gran parte del piacere della scienza si trovava in questo primo passo: salire i livelli di comprensione.

  1. Identifica le lacune della tua conoscenza

Questo è il punto in cui si verifica il vero apprendimento. Dove hai lacune? Cosa non sai?

Evidenziare le lacune della conoscenza ti aiuta a raccogliere e organizzare le tue note in una storia coerente (che è il passo successivo). Adesso puoi fare riferimento al tuo materiale d’origine (appunti di lezioni, idee, ecc.) quando t’imbatti nelle domande su quanto sai sull’argomento.

Se non sai qualcosa, mettiti a studiare. Torna al materiale iniziale e inserisci le informazioni che ti aiutano a colmare le lacune.

  1. Organizza + semplifica + Racconta una storia

Inizia a raccontare la tua storia. Metti insieme le tue note e inizia a imbastire un racconto utilizzando spiegazioni concise. Riunisci le parti più importanti della tua conoscenza sull’argomento.

Esercitati a leggere la tua storia ad alta voce. Immagina di raccontarla ad una classe di studenti. Così cogli dove il linguaggio non è più semplice. I punti in cui t’inceppi potrebbero indicare pensieri da approfondire.

Usa analogie e frasi semplici per rafforzare la comprensione della storia.

Questa frase, scritta da Feynman, racchiude il potere di questa tecnica. Quello che è iniziato come una domanda sulla nostra esistenza è stato tradotto in una sola frase che può essere capita da uno studente di scuola media.

“Tutte le cose sono fatte di atomi: piccole particelle che si muovono in moto perpetuo, attirandosi a vicenda quando si trovano a poca distanza, ma rifiutandosi di essere schiacciati l’uno all’altro”.

Fondamentalmente, Feynman dice che se non sai niente di fisica, la conoscenza scientifica principale per poi poter capire è che tutto è costituito da atomi. In una semplice frase, Feynman trasmette l’essenza fondante del nostro universo. È una lezione magistrale non solo per gli scienziati, ma per gli scrittori di qualunque materia. Arrivare all’ipotesi con il minor numero di parole possibili. Evitare il linguaggio pesante e verboso.

Rendere le cose definitive

La prossima volta che guardi una pagina vuota del taccuino, pensa di trasformarla in un’opportunità. Questa tecnica è stata progettata per aiutarti a studiare per gli esami e per imparare nuovi argomenti, ma può essere facilmente adattata per perseguire il “deep work”. Dedicare un taccuino ad un ambito in cui le tue conoscenze possono crescere, far evolvere le tue idee e dare ispirazione per proseguire un percorso di apprendimento continuo, essenziale ai fondamenti di un lavoro più profondo e significativo.

Premium

Evernote Premium

Aggiornamento per le funzionalità per aiutarti a vivere e lavorare meglio.

Passa a Premium
Visualizza altri racconti in 'Suggerimenti e Racconti'

I commenti sono chiusi.